Cause dell'umidità?

Le condizioni climatiche, la morfologia e la natura stessa sono una della cause principali del degrado delle opere edili.

L'umidità di risalita capillare e le infiltrazioni risultano tra le cause principali. Di fondamentale importanza è quindi risalire alla causa principale per poter elaborare un rimedio efficace e duraturo.

Come rimediare all'umidità?

HIDRA, con il prodotto HEGEA, ha sviluppato un sistema di risanamento che risolve questo specifico problema con uno spessore molto basso, generalmente 5mm. 

Le superfici idonee a tale trattamento sono: intonaci cementizi, stagionati, grezzi, e cementi armati.

In pochi passaggi che andiamo ad elencare in seguito si esegue tale ciclo di risanamento:

smerigliatrice con aspiratore 1 - Abrasione:

Tutto il materiale deteriorato va eliminato per poter operare sulla superficie murale allo stato grezzo e sana  andando ad asportare la vecchia tinteggiatura, il vecchio intonaco e la vecchia rasatura fino a circa 5mm. In caso di superfici in cemento armato la superficie va comunque irruvidita meccanicamente per permettere una buona adesione del consolidante o dell'impermeabilizzante.

 

Fissativo Hidra Hegea Sili Lit 2 - Consolidamento

Al fine di permettere una buona adesione del materiale di fondo per il ripristino le superfici ammalorate dopo essere state pulite meccanicamente vanno trattate con un apposito fissativo consolidante che rende il supporto coeso e pronto per la lavorazione successiva.

 

 

 

Sacchetti polveri Hidra Hegea 3 - Ripristino

Si procede infine al ripristino con due mani di fondo HEGEA 2.0, la seconda mano con rete ad annegamento, dopodichè si ultima con una mano di finitura disponibile in 4 varianti a granulometria controllata: HEGEA 0.1 / 0.3 / 0.6 / 0.8

Molto importante bagnare a rifiuto le pareti da ripristinare in modo da facilitare l'applicazione della prima mano di fondo.

 

A stagionatura terminata, circa 20 giorni è possibile tinteggiare con il vostro COLORE PREFERITO, facendo attenzione ad utilizzare pitture silossaniche, acril-silossaniche o alla calce, che permettano una buona traspirabilità del supporto trattato.

Nessun commento

Lascia un commento

Ho letto e accettato i termini della PRIVACY POLICY*
I campi contrassegnati da * sono obbligatori